Kit per i giornalisti - spaceclearing

Vai ai contenuti

Menu principale:

Kit per i giornalisti

KTI PER I GIORNALISTI
Questa sezione è stata creata appositamente per i giornalisti che vogliono saperne di più. Potete leggere la storia di Lucia Larese che ha iniziato a insegnare questa filosofia nel 2001 maturando una grande esperienza, accedere alla nutrita  rassegna stampa e ai video delle trasmissioni a cui ha partecipato, leggere le testimoninanze di chi preso parte ai corsi  oppure dare un'occhiata alla sua rubrica su  Wall Street International Magazine

FAQ  E ... PREZIOSI CONSIGLI  

Nel seguito,  alcune domande frequenti e i consigli per il fai da te.

Cosa si intende per "Spaceclearing" e su quale principio si basa?
Lo spaceclearing è una disciplina che indica letteralmente "la purificazione degli spazi" ovvero l’insieme di tecniche e rituali volti a creare, nelle nostre case e nel nostro spazio, uno spazio sacro. Nella  visione di Lucia Larese è l'arte di fare spaziom in casa e nella vita. Si tratta di un vero e proprio cammino evolutivo, uno stile di vita che  trasforma profondamente la vita di chi lo pratica.

Cos’è il decluttering
In Italia si sente sempre più spesso parlare di  "disposofobia", la tendenza a raccogliere di tutto e di più: in tanti casi si tratta di una vera e propria patologia e che si manifesta in un collezionismo avido, disordinato e maniacale.  In inglese lo chiamano "decluttering" (da clutter, in inglese, che significa accumulo di cose, disordine, confusione) e indica la voglia di fare pulizia ed ordine in senso fisico e, secondo il mio metodo,  è un modo efficace di fare chiarezza nella mente e negli obiettivi della propria esistenza. Una filosofia utile in tempi di crisi che  ci aiuta  a capire di che cosa abbiamo veramente bisogno e che è necessario comprare e quello di cui possiamo fare a meno.

Quali sono i segnali che ci fanno capire che, forse, è arrivato il momento di fare spazio?
Quando ci sembra di non aver tempo per noi, quando ci sentiamo stanchi e svogliati, quando abbiamo l'impressione che  la  nostra vita sia bloccata in una ripetizione di problemi sempre uguali, o che la  casa sia troppo piena e caotica. Oppure – e questo vale soprattutto per le donne -  quando si apre l'armadio e ..  non si ha  niente da mettere!

Cos'è il Feng Shui e in che modo lo si può applicare al modo in cui arrediamo la nostra cosa?
Il feng shui è una disciplina cinese, antica di 4000 anni che si basa sugli stessi principi della medicina tradizionale cinese e delle arti marziali e che Lucia Larese definisce l’agopuntura della casa. Lo studio e la pratica del Feng Shui mi ha permesso di comprendere come gli oggetti che ci circondano e l’orientamento della casa influisca sulla nostra vita ad un livello più profondo. Ci si avvicina al Feng Shui perché sembra un approccio veloce per cambiare la vita: in realtà  il desiderio profondo è quello di creare un spazio in cui ci si senta veramente 'a casa'.

Come si insegna a disfarsi del superfluo?
Il mio metodo, è pratico ed efficace per eliminare il superfluo e abbandonare il disordine, per sempre. Coniuga pragmatismo anglosassone a sensibilità e creatività italiana.  Non importa quante cose uno ha accumulato: l’importante è avere un metodo  e seguirlo. Nei miei corsi e nei miei libri insegno passo dopo passo  stanza dopo stanza a fare spazio in casa e nella mente.

Cos’è  la purificazione energetica?
Un tempo in casa si usavano prodotti naturali come erbe, oli essenziali, e ciclicamente, prima del cambio di stagione o in particolari occasioni,  si purificava l’ambiente. E’ una pratica che affonda le radici in antiche tradizioni che possono essere riutilizzate in chiave moderna comprendo la loro reale valenza. Un esempio? Basta pensare alle pulizia di primavera: un retaggio che ancora viviamo ai nostri giorni!



COME FARE SPACECLEARING ... IN DIECI MOSSE




1. Prendete un notes e una penna e fate un giro di casa elencando tutte le zone critiche.
2. Ripulite ogni volta per zone circoscritte , prima dietro le porte, poi dentro i cassetti, armadietti e così via. Ogni volta che ne terminate una, concedetevi la soddisfazione di spuntarla dall'elenco. Seguite il ritmo che vi è più confacente: qualche ora, qualche giorno, qualche settimana o persino qualche mese, a seconda di quanto vi sentite motivati.
3. Dopo essere intervenuti su zone circoscritte, passate ad altre più estese, ma sempre suddividendole in parti facilmente gestibili per fasi successive.
4. Quando fate la cernita delle cose da buttare o da tenere, non accumulate pile di oggetti con la scusa di decidere più tardi. Raccogliete un oggetto e prendete immediatamente una decisione. Rimane o se ne va? Se rimane, assegnategli un posto. Altrimenti, buttatelo senza rimpianti.
5. Prima di buttare qualcosa valutate quanto è importante per voi. Se un vecchio regalo suscita ancora gioia e affetto, è giusto conservarlo tra i ricordi. Se invece vi lega ad una persona che non vi è mai piaciuta, eliminatelo senza esitazioni.
6. Dopo aver deciso cosa buttare e cosa tenere, non tornate a chiedervi: Potrà mai servire? La risposta sarà immancabilmente forse, e così non getterete mai via nulla. Il modo migliore è chiedersi: come mi potrà essere utile? Serve a migliorare i miei livelli di energia o mi fa sentire depresso ogni volta che lo vedo? Adottatelo come unico metro di giudizio.
7. Di fronte agli oggetti di troppo ripetetevi: 'Non succede niente a buttarli, si può fare''. Disfarsi del superfluo vuol dire liberarsi e lasciarsi andare allo scorrere della vita che vi offrirà quello di cui avete bisogno piuttosto che farvi conservare le cose per sempre, perché non si sa mai!
8. Se avete accumulato troppo, vi occorreranno più sedute prima che vi sentiate pronti a liberarvene. In certi casi può passare un anno intero prima che vi rendiate conto che un solo oggetto non vi è mai stato utile, ma che non lo sarà mai!
9. Abituatevi a considerare il disfarsi del superfluo come un'esperienza gratificante. Quando ne avrete constatato i benefici, cercherete sempre più spesso queste gratificazioni. Liberarsi delle cose può darci lo stesso piacere che abbiamo avuto nel comprarle! Le cose che ci circondano richiamano la nostra attenzione: più cose inutili abbiamo intorno più la nostra energia sarà trascinata verso il basso, verso le faccende materiali e ci allontanerà dagli scopi più nobili della nostra vita!
10. Dove metteremo le cose che abbiamo deciso di non tenere più? Datele in beneficenza. Considerate che gli oggetti in buono stato possono tornare utili agli altri. Scartate quello che è pericoloso, rotto o sporco. Restituite gli oggetti prestati da qualche amico. Anche se è passato tanto tempo vanno resi.





 
Torna ai contenuti | Torna al menu